PIANO DI RECUPERO DELL'EX ISTITUTO S. TERESA, CON CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO PER REALIZZARE UNA RESIDENZA STUDENTESCA E RESIDENZE URBANE






Istituto di S. Teresa



Relazione sui sondaggi stratigrafici

Eseguiti sui rivestimenti parietali


ARES p.s.c.r.l.

Cap. S. Biagio, Località S. Biago-53034 Colle Val d’Elsa (SI)

Tel. +39 0577 959392 Fax +39 0577 958849

E-mail: aresmail@libero.it

Relazione descrittiva in seguito all’indagine sui rivestimenti parietali dell’Istituto di S. Teresa


Novembre 1999


L’indagine svolta dalla Società Ares all’interno dell’Istituto di S. Teresa, ha preso in esame i rivestimenti parietali, al fine di individuare quali fossero in origine le coloriture e le decorazioni di alcuni ambienti significativi.

I livelli interessati dall’indagine sono il quarto, quinto, settimo ed ottavo. Lo studio di alcuni ambienti, individuati sulla piante con codici alfanumerici, ha lo scopo di fornire indizi utili per la progettazione.

Attualmente le superfici interne dei vari livelli si presentano per lo più coperte da diversi strati di tinteggiatura bianca, anche là dove i decori dei soffitti lasciano presupporre decorazioni più complesse anche sulle pareti.

Da un punto di vista generale, in base alle indagini, è emerso che in diversi casi gli ambienti originariamente presentavano una tinteggiatura di colore giallo oro, talvolta con decori a tempera più o meno complessi, realizzati nelle tonalità del rosso e del bruno, mentre in un periodo successivo le superfici sono state ritinteggiate e decorate con coloriture nelle tonalità del nocciola (esempio significativo di questi due cicli si è rilevato nell’ambiente E 10 al livello 5, dove attualmente si trova la palestra). L’unico luogo in cui non si riscontra assolutamente questo tipo di stratificazione è costituto dall’ambiente G28 al livello 7, in cui la tinteggiatura originale è di colore grigio-azzurro, successivamente coperta con una tinteggiatura di colore grigio.

Ovviamente l’originaria destinazione d’uso e l’importanza degli ambienti al livello distributivo si riflette nella maggiore o minore ricercatezza nella decorazione: il piano terra, corrispondente al livello 5, ed il piano ammezzato, corrispondente al livello 6, presentano gli ambienti maggiormente decorati e in larga parte già valorizzati; si riscontrano infatti motivi a grottesca e semplici motivi architettonici dipinti, quali cornici e peducci; il livello 7 presenta nuovamente decorazioni sia sulle piccole volte e solai sia sulle pareti dove si riscontrano fasce decorative attorno alle aperture, porte e finestre, e zoccolature; infine al livello 8 la decorazione scompare totalmente e si riscontrano soltanto coloriture sui toni del giallo.

Il corpo dell’intonaco su cui sono stratificate le diverse coloriture è simile in tutti gli ambienti indagati: si tratta di una malta di colore grigio chiaro, a basso contenuto di grassello di calce con una consistente quantità di inerti di granulometria relativamente grossa; l’intonaco, costituito da un unico strato, manca di finitura, quindi la superficie si presenta ruvida al tatto, come è evidente sulle voltine dell’ambiente E16 del livello 5.



SCHEMA DEGLI AMBIENTI INDAGATI


LIVELLO 5

LIVELLO 7

LIVELLO 8

E6 – PARETI

G1 – PARETI

H14 – PARETI

E10 – PARETI

G2 – PARETI

H15 - PARETI

E13 – PARETI

G4 – PARETI


E18 – PARETI

G16 – PARETI


E19 – PARETI

G28 – PARETI, VOLTE


E35 – PARETI, VOLTE

G29 – PARETI, PORTALE





Di seguito si riporta la descrizione degli ambienti indagati. Ciascuna descrizione vede allegate due immagini scansione.



Ambiente E6 Livello 5

Attualmente l’ambiente si presenta tinteggiato di colore bianco, con cornici dipinte nelle tonalità del bruno, che seguono l’andamento delle volte a crociera, scendendo lungo le pareti fino a terra. L’attacco delle volte è evidenziato da finti peducci simili a quelli presenti nell’ambiente E35, realizzati in stucco. L’attuale decorazione riprende quella originaria che presenta le medesime cornici sempre nelle tonalità del bruno, tuttavia lo sfondo non si presenta di colore bianco bensì di colore nocciola. Le cornici verticali attualmente scendono fino allo zoccolo in travertino che corre lungo il perimetro, mentre, in origine si chiudevano ad un livello più alto, per lasciare un adeguato spazio in cui era presente una zoccolatura in finto marmo, realizzata nelle tonalità del marrone scuro e rosso-bruno.

Ambiente E10 Livello 5

Questo ambiente, che attualmente è adibito a palestra, presenta una copertura a voltine, decorata. Le pareti attualmente si presentano di colore bianco.

Sotto un consistente strato di successive coloriture piuttosto recenti, anch’esse di colore bianco, si osserva un livello di tinteggiatura colore nocciola, su cui sono rilevabili decorazioni ad imitazione di cornici in prossimità delle aperture, e sui lati lunghi della stanza, dove formano delle grandi specchiature all’interno delle quali tuttavia non si è riscontrato alcun decoro. Il livello nocciola con le sue decorazioni riprende a sua volta un livello sottostante in cui si rileva una tinteggiatura di colore giallo oro con fasce di colore rosso intorno alle finestre e a delimitazione delle specchiature. L’elemento di differenza tra i due cicli è costituito dalla decorazione degli spazi sotto le finestre, dove, coeve alla coloritura gialla, si riscontrano specchiature rettangolari tinteggiate di rosso.

Non è stato possibile rilevare la presenza di una zoccolatura, in quanto interventi relativamente recenti hanno cancellato ogni traccia di decorazione.

Ambiente E13 Livello 5

L’ambiente si presenta di scarso valore decorativo, rappresentando probabilmente una stanza di secondaria importanza. Al di sotto di numerose mani di tinteggiatura a tempera di colore bianco, si rileva un livello di tinteggiatura di colore giallo, caratterizzata in basso da uno zoccolo monocromo di colore grigio scuro, successivamente ritinteggiato con un colore rosso-bruno. Mancano completamente fasce decorative attorno alle aperture, sia porte che finestre.

Al di sotto di questo livello se ne rileva uno precedente, a diretto contatto col corpo dell’intonaco: si tratta di una tinteggiatura di colore nocciola chiaro, sulle tonalità rilevate in gran parte degli ambienti del complesso. Anche il livello nocciola non presenta fasce decorative.

Ambienti E18 Livello 5

L’ambiente non presenta particolare interesse dal punto di vista decorativo, pur rilevando scelte cromatiche simili alla maggior parte degli ambienti del complesso.

Al di sotto di numerose mani di tinteggiatura a tempera di colore bianco si rileva un livello di coloritura giallo oro priva di fasce decorative sia per quanto riguarda lo zoccolo sia per quanto riguarda le aperture. Al di sotto di questo livello si riscontra la tinteggiatura originale: di colore nocciola chiaro, essa presenta una zoccoloratura di colore rosso-bruno, molto deteriorata a causa di successivi interventi, quali l’inserimento dello zoccolo in marmo giallo.

Ambiente E19 Livello 5

Ambiente attiguo al precedente, presenta caratteristiche simili, almeno per quanto riguarda gli strati meno recenti.

Il livello più esterno è costituito da una mano di spessore consistente di tinteggiatura plastica di colore avorio. Al di sotto di esso si rileva un livello di tinteggiatura di colore giallo oro, in cattivo stato di conservazione a causa di interventi successivi che hanno previsto parziali rintonacature. Alla base delle pareti è presente una zoccolatura di colore rosso-bruno, chiusa nel bordo superiore da una fascia color grigio antracite.

Ambiente E35 Livello 5

L’ambiente, che si affaccia su una ampia terrazza, presenta caratteristiche decorative interessanti. Già prima di effettuare i tasselli questo risultava molto probabile a causa della presenza di peducci in stucco di stile composito e di leggere ombreggiature sulla superficie bianca, che sono poi risultate macchie causate dalle decorazioni di colore rosso.

Dai sondaggi stratigrafici è emerso un ambiente la cui parte superiore risulta completamente decorata: la decorazione segue l’andamento architettonico delle volte a crociera, le cui costole sono sottolineate da fasce modanate, realizzate nelle tonalità del bruno, concluse nel perimetro interno da fasce e riccioli di colore rosso. Anche le lunette, segnate dalla traccia delle volte sulle pareti perimetrali, presentano il medesimo tipo di decorazione. Nella parte inferiore delle pareti, invece, la tinteggiatura è monocroma, nella tonalità del nocciola scuro.

I peducci, attualmente presentano uno strato di tinteggiatura grigio chiaro con croce bianca, ma in origine si presentavano di colore nero.

Lo stato di conservazione risulta piuttosto buono, anche se il trascinamento di malta per intonaco, presente in alcuni punti al di sopra della decorazione, risulta molto aderente alla superficie decorata. Le decorazioni in rosso, invece, tendono a staccarsi in piccole sfoglie.

Ambiente G1 Livello 7

Questo ambiente, situato come gli ambienti indagati G2 e G4 sopra la chiesa, mostra, come del resto gli altri, un’assai modesto trattamento delle superfici.

Al di sotto della numerose mani di coloritura bianca, è presente uno strato di tinteggiatura di colore nocciola chiaro, privo di fasce decorative.

Ambiente G2 Livello 7

L’esecuzione dei sondaggi stratigrafici ha evidenziato la presenza di una tinteggiatura originaria di colore nocciola, priva di fasce decorative. Gli spigoli delle aperture mostrano successive ridefinizioni con malta.

Elemento di particolare pregio è costituito dal bel portale in pietra serena, con caratteristiche simili alle fasce esterne in pietra serena delle finestre. Esso sembra segnare un ingresso, oggi tamponato, all’ambiente G3, i cui spessori murari ne definiscono in pianta il perimetro delle torre medievale.

Ambiente G4 Livello 7

Grande ambiente di disimpegno, non presenta rivestimenti parietali di una qualche importanza. Per mezzo dei sondaggi si sono rilevate numerose stratificazioni di coloriture diverse nelle tonalità: partendo dallo strato più esterno si rileva una tinteggiatura a tempera di colore bianco al di sotto della quale si rileva un livello di tinteggiatura di colore nocciola caratterizzato da una zoccolatura piuttosto alta di colore rosa-violaceo. Ancora al di sotto di questo strato è presente una tinteggiatura di colore verde scuro, abbastanza insolita considerando i colori utilizzati all’interno del complesso.

Occorre tuttavia sottolineare la scarsa omogeneità tra le pareti, in quanto in alcune di esse mancano totalmente le coloriture indicate in precedenza; ciò può essere legato sia ad interventi successi di rintonacatura, sia ad una ripartizione degli ambienti differente da quella attuale.

Ambiente G16 Livello 7

Questo ambiente è situato, al livello distributivo, in una posizione di rilievo, affacciandosi direttamente sulla corte interna. Sebbene non presenti decorazioni elaborate come quelle del piano terra, si distingue da tutti gli altri ambienti indagati del livello 7.

Al di sotto dell’attuale tinteggiatura a tempera bianca, si rileva sulle pareti uno strato di coloritura nocciola: i contorni delle aperture sono evidenziati da fasce semplificate in nocciola chiaro, delimitate da una striscia di colore bruno ed una striscia più sottile in nero; è presente inoltre una zoccolatura, molto deteriorata ad imitazione marmo nelle tonalità del bruno e nero

Ambiente G 28 Livello 7


Questo ambiente è allineato in verticale con l’ambiente E 35 livello 5 e con l’ambiente in cui si trova la presidenza ( F 2, F 3 livello 6); questi ultimi presentano caratteristiche decorative interessanti, trovandosi ai piani più bassi, mentre nell’ambiente G 28 si è rilevata una decorazione molto semplificata.

I sondaggi stratigrafici hanno evidenziato la presenza, sotto la tinteggiatura bianca, di uno spesso strato di tinteggiatura di colore grigio chiaro, dato su una sottile finitura di colore nocciola. Al di sotto di esso si è rilevata una mano di tinteggiatura di colore celeste chiaro, presente sia sulle pareti, sia sulle volte, che, a sua volta riprendeva una ulteriore tinteggiatura di colore grigio-azzurro chiaro. Anche su questo livello non è presente una distinzione tra volte e pareti, ed anche il piccolo elemento decorativo a stella, situato in alto, presenta la medesima stratigrafia. Sui bordi delle finestre ad arco è presente una fascia ad imitazione di ghiera in mattoni, che riprende, nelle dimensioni la ghiera esterna in laterizio.


Ambiente G 29 Livello 7

Questo ambiente, che costituisce l’accesso all’ambiente G28, è caratterizzato da un grande portale, con arco e montanti in rilievo. I sondaggi non hanno evidenziato una differenziazione nel trattamento delle pareti e degli elementi in rilievo: sotto l’attuale tinteggiatura bianca è presente uno strato di tinteggiatura di colore giallo chiaro, che a sua volta si trova sopra un livello di tinteggiatura di colore grigio-azzurro.




Ambiente H 14 Livello 8

Questo ambiente non presenta alcun tipo di decorazione parietale. Dalla stratigrafia dei rivestimenti è emerso che al di sotto delle numerose mani di tinteggiatura a tempera di colore bianco, è presente un livello di tinteggiatura di colore nocciola. Tra il corpo dell’intonaco e la coloritura nocciola si rileva la tinteggiatura originaria di colore giallo oro, simile a quello presente nella maggior parte degli ambienti.


Ambiente H 15 Livello 8

Questo ambiente non presenta alcun tipo di decorazione parietale. Il livello più esterno è costituito da più mani di tinteggiatura a tempera di colore bianco; al di sotto è stato rilevato un primo strato di tinteggiatura di colore nocciola chiaro ed un secondo strato, a contatto col corpo dell’intonaco, di colore nocciola più scuro.




PIANO DI RECUPERO DELL'EX ISTITUTO S. TERESA, CON CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO PER REALIZZARE UNA RESIDENZA STUDENTESCA E RESIDENZE URBANE